Ma l’homo sapiens sapiens è un erbivoro o un carnivoro? Ora gli guardo i denti!

Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on TumblrEmail this to someonePrint this page

Dunque, il cavallo, la pecora, la mucca sono erbivori, e fin qui ci siamo. La tigre e il leone invece  sono carnivori, e direi che ci siamo anche qui.

Madre natura ha fornito ad entrambi una dentatura e un intestino adatto rispettivamente all’alimentazione dei primi e dei secondi.

 

Detto questo mi sorge un dubbio: “Ma l’homo sapiens sapiens, che poi -sapiens- è tutto un dire con quello che combina, è un erbivoro o un carnivoro?”

 

Oh mamma mia che confusione, fermati Cinzia se no ti parte un embolo!

Direi che l’unica a questo punto è guardagli i denti! – I denti direte?! Ma che dici Cinzia, un embolo mi sa che ti è partito veramente! – E invece no, e ve lo dimostro facendo intervenire l’esperto. ;-)

Vi presento il Dott. Marco Bartoli, medico chirurgo specializzato in omeopatia, docente di medicina tradizionale cinese ed ayurvedica.

- Ciao Marco, mi chiarisci le idee… :-) 

Ciao Cinzia, certo che si! Ora ti spiego…

L’anatomia comparata spiega che la dentatura degli umani è ricca in molari, dal latino mola cioè macina, e serve per macinare e triturare granaglie, cereali e vegetali vari, come fa la mucca o la pecora, notoriamente degli erbivori.

 

L’uomo, la pecora, il cavallo o la mucca sono molto somiglianti per la dentatura e anche per il tipo di intestino molto lungo, stretto e convoluto. Tutto ciò è adattato a un tipo di alimentazione vegetariana. Diverso è il caso della tigre o del leone. Essendo carnivori hanno una struttura dentaria diversa, adatta a sbranare la preda (quindi alimentazione carnivora) con canini lunghi e acuminati. Il loro intestino è anch’esso diverso e adattato ad un tipo di alimentazione densa di proteine animali.

 

Per farla breve, se introduciamo un eccesso di cibi di tipo animale (carne o pesce che sia) produciamo tossine pericolose, che alla lunga sono causa di malattie. Se contattate le principali associazioni vegetariane internazionali vi forniranno una mole enorme di studi scientifici che provano ciò. Per non parlare poi dell’effetto sul ph del nostro corpo che con cibi di tipo animale tende inesorabilmente all’acidità, velocizzando il processo d’invecchiamento tissutale.

 dott.bartolimarco@gmail.com

Ho voluto riportare questo intervento di Marco unicamente perché mi ha fatto riflettere. Non sono un’integralista, anche se amo molto l’alimentazione vegetariana. Detto questo, la cosa veramente importante per il nostro organismo è diminuire il consumo di carne. Come ben si sa, l’eccezione non fa la regola…

Comments

comments